Match

Seconda semifinale della Coppa Rettore 2019 Serie C che vede scontrarsi Bora Bora Juniors e F.C. Calici Rampanti.

Scontro targato Girone A, con Calici che nella fase di qualificazione hanno totalizzato un totale di 13 punti contro gli 8 degli isolani Bora Bora.

Nello scontro diretto hanno avuto la meglio i Calici che con un tennistico 6-3 hanno avuto la meglio.

Squadre che arrivano dai rispettivi quarti; Calici Rampanti con un netto 2 a 0 su Pirri St. Germain e Bora Bora Juniors da un 2 a 1, trovato nei secondi finali, ai danni dei Celtic Lesbow FC.

Primo tempo che si apre subito che una prima azione dei Calici di Mister Cherchi, con apertura di Mereu per Secci, prova la botta dalla distanza ma il tiro non è pericoloso.

Il primo gol della partita arriva però su sponda Bora Bora Juniors; calcio d’angolo giocato corto, tiro defilato dai 25 metri che impatta sul palo, difesa poco rampante dei calici, trova l’appoggio sotto porta del numero Floris che porta sull’ 1 a 0 la partita.

I ragazzi di mister Cherchi sembrano accusare il colpo e subiscono subito un contropiede in velocità che necessita l’intervento dell’estremo difensore dei Calici.

Calici prova la reazione con un lancio lungo giocato su Mereu che brucia la difesa, tocco sotto per saltare il portiere ma palla finisce sul fondo.

Sono però sempre i Bora Bora ad essere più pericolosi in questa fase della partita con due occasioni prima su contropiede, con intervento del portiere e poi su punizione di Pilloni che viene ribattuta da un difensore.

Al 20esimo ecco la reazione dei Calici che trovano il pareggio del 1 a 1; fallo laterale battuto in area, difesa Bora Bora che spazza lontano ma trova una splendida apertura sulla fascia per il bulteino Saba, mette in mezzo per Zucca che porta al pareggio la sua squadra.

La squadra di Mister Cherchi decisamente motivata dal pareggio gioca meglio della fase iniziale e produce un paio di occasioni sull’asse Mereu-Porcu che impensieriscono e non poco la retroguardia Bora Bora.

Ed è proprio di Mereu il gol del vantaggio Calici che su una splendida azione giocata sulla fascia, tocco di fino di Zucca per Secci che con un filtrante a saltare il terzino, trova Mereu che su un preciso mancino buca il portiere sul secondo palo.

Primo tempo che su conclude su stampo Calici Rampanti con diverse azioni insidiose.

Secondo tempo privo di vere occasioni da gol, Bora Bora che provano prima su pallonetto della punta e poi su punterazza di Spanu a insidiare la difesa dei Calici ma non si rendono mai veramente pericolosi.

Calici Rampanti che accedono alla Finale della Serie C del 28 maggio alle 21:30 contro AEK Imene.

Match

Semifinale Coppa Rettore 2019 di Serie C ad alto contenuto esplicito, vietato ai minori, tra i protettori della verginità AEK Imene e i possibili affetti da cecità precoce Sparta Brazzers.

Partita secca dal pronostico a favore degli Spartani, visti i risultati del Girone A con 11 punti in classifica contro i 3 degli AEK, con scontro diretto sempre a favore degli Sparta.

AEK Imene che viene però da un roccioso 4-0 rifilato a Aston Birra e quindi non si fa intimorire dai navigatori a luci rosse del web.

Sparta Brazzers invece nei quarti arriva da un pirotecnico 6-0 ai danni dei nuoresi Sporting Oja.

L ’inizio del primo tempo è molto puntato sulla tattica squadre molto chiuse infatti la prima vera occasione arriva al decimo minuto con un lancio del capitano Atzori sulla fascia per l’ala che mette in mezzo per Barca che però spreca questa occasione mandando a lato.

Sparta che prova a reagire e lo fa con le prime due occasioni sempre sui piedi di Pirisi, prima su punizione e poi su palla sporca da calcio d’angolo con una girata al volo che termina sul fondo.

AEK però non si fa mettere sotto, fallo laterale suoi piedi di Seoni che mette in mezzo, arriva la spaccata di Collu che però non riesce a mettere in rete.

Nel secondo tempo però ecco la svolta della partita con addirittura 5 gol in soli 35 minuti.

AEK inizia nel migliore dei modi la ripresa, sfruttando il doppio errore del portiere spartano e con due furbate, degne del miglior Inzaghi, si porta in vantaggio di due reti con Barca e Collu.

Sparta che sembra accusare il colpo, concedendo molti spazi, il numero 18 Collu si esibisce in un’azione solitaria sulla fascia, salta due difensori e tira la botta al primo palo trovando pronta la risposta del portiere spartano.

La reazione Sparta si fa sempre più viva, complice anche la chiusura stile cintura di castità degli AEK.

Cintura però che viene completamente scardinata dalla deliziosa parabola del bomber con la 10 Lepori che su punizione trafigge la verginità degli AEK portando gli spartani sul 2 a 1.

Gli Sparta Brazzers però, probabilmente emozionati per la loro prima volta, si dimenticano completamente della partita, gli AEK puniscono con un lancio lungo direttamente da fallo laterale che trova l’attaccante Collu che porta gli AEK sul 3 a 1.

Gli Sparta colpiti nell’orgoglio, provano l’offensiva, trovando il calcio di rigore a fine secondo tempo; rigore che viene battuto da Pirisi che trova la respinta del portiere ma la palla viene ribattuta in rete dallo stesso Pirisi, 3-2.

Partita che si conclude, gli AEK Imene si guadagnano l’accesso alla finale del 28 Maggio alle 21:30 contro la vincente tra Bora Bora e F.c. Calici Rampanti.

Bora Bora Juniors vs Celtic Lesbow FC

Celtic Lesbow – Bora Bora juniors

Oggi alle ore 14 si è disputata il quarto di finale di Serie C che ha visto impegnate le due squadre Celtic Lesbow e Bora Bora juniors.

Ad accogliere le squadre al “Sa Duchessa”, non vi erano folle festanti sugli spalti ma bensì solo un tempo impazzito dovuto all’innalzamento della temperatura causato dalle vicine cucine dell’ERSU.

Viste le recenti lamentele degli animalisti nell’ultima partita dei celtici per la scandalosa alimentazione nei confronti dei gabbiani, oggi neanche questi si sono presentati alla partita.

Prima frazione di gioco subito accesa con i Celtic Lesbow che si rendono pericolosi con Daga e Noli nei primi 10 minuti di gioco, poi vi è l’episodio di un possibile calcio di rigore a favore dei Bora Bora, ma l’arbitro non convinto fa giocare.

Dopo questo episodio, i Bora Bora si fanno coraggio e si rendono più volte pericolosi, prima su azione e poi su calcio piazzato.

I Celtic non ci stanno e subito scatta la reazione, con un’azione spettacolare confezionata dai F.lli Murrocu, prima con rovesciata del più esperto Giuseppe e poi con colpo di testa del più piccolo Mattia.

Azione sicuramente provata nel salotto di casa Murrocu.

Poco dopo, al 28’ dormita difensiva dei Celtic che regala il momentaneo vantaggio ai Bora Bora con un tiro dal centro dell’area da parte di Caratzu.

Inizia il secondo tempo, e al 2’ accorciano le distanze i Celtic con Noli aiutato dallo stop/passaggio del difensore del Bora Bora su assist di Murrocu Jr.

Neanche il tempo di festeggiare che Daga va vicino al raddoppio dei Celtic con un tiro al volo che spizza la traversa, linea e poi viene prontamente spazzata dalla difesa dei Bora Bora.

Così si congela sia il risultato sia buona parte della partita, forse anche per opera del vento che imperterrito soffia in campo.

Al 20’ anche i Bora Bora vanno vicini al raddoppio colpendo un palo e facendo rabbrividire la retroguardia celtica.

Al 33’ arriva il raddoppio dei Bora Bora con uno spendido tiro di Littaru che chiude definitivamente la partita e spegne le speranze dei Celtic.

Bora Bora in semifinale.

 

Stefano Lai & Vito Deidda