Aston Birra vs AEK Imene

Riepilogo

Partono con un risultato a sorpresa i quarti di finale della serie C di Coppa Rettore: gli Aek Imene, ultimi nel girone di qualificazione, schiantano con un secco 4-0 gli Aston Birra che, invece, si erano piazzati al nono posto in classifica.

Funziona il discorso motivazionale pre-partita di Claudio Piredda – di cui non sveleremo il contenuto per motivi di privacy – che manda in campo i suoi con la giusta carica agonistica. Infatti, dopo appena tre minuti di gioco, i gialloneri passano in vantaggio: apertura di Seoni a tagliare l’area per Collu, che rientra sul sinistro e offre l’assist per l’accorrente Atzori; prima conclusione ribattuta ma la palla torna sul sinistro del centrocampista che trova l’angolino basso per l’1-0.

Si scatena l’esultanza degli AEK che rischia di durare poco perché Aston Birra sfiora il pareggio con il colpo di testa di Moi, lasciato libero di colpire sul secondo palo, schiaccia troppo il pallone che sbatte in terra e si alza sopra la traversa.

Qualche minuto dopo, i biancorossi ci riprovano su azione d’angolo, scarico al limite dell’area per Floris che però alza troppo il tiro. Buon momento dei birraioli: percussione sulla sinistra di Assili che mette in mezzo un pallone teso su cui si avventa il difensore aekappino che per centimetri non insacca nella sua porta con un intervento disperato.

La prima frazione si avvia verso la fine senza troppe emozioni né da una parte né dall’altra; si rende pericoloso soltanto Assili, bravo a sfruttare un liscio del suo marcatore su un lancio dalle retrovie ma poi, troppo lento nel controllo del pallone, si deve defilare sulla sinistra e calcia troppo debole e centrale tra le braccia di Porta.

Il secondo tempo riparte come il primo, con gli Aek che trovano subito la via della rete: fa tutto Collu che salta l’uomo con uno stop a seguire, si invola nell’uno contro uno contro il portiere avversario e insacca con un tocco in controtempo.

Passa nemmeno un minuto e ancora Collu rischia di realizzare un gol fotocopia ma stavolta il suo tocco di punta sfila a lato del palo.

Dall’altra parte ancora Assili cerca di accorciare le distanze: lanciato in velocità viene fermato sul più bello dal recupero miracoloso di Blanco che gli ribatte il tiro in extremis.

Scampato il pericolo i gialloneri vanno vicino al terzo gol con Collu su una svista della difesa dell’Aston Birra, ma stavolta l’attaccante si mangia un gol praticamente fatto calciando alto da distanza ravvicinata.

La punta giallonera si fa perdonare dieci minuti dopo, con la complicità del portiere avversario, che esce completamente a farfalle spalancando la porta a Collu che deve solo appoggiare in rete con un semplicissimo tap-in di testa.

Nel finale fanno il loro ingresso in campo i Piredda; Claudio prova a cercare gloria con un tiro dalla distanza, dopo aver vinto di forza un doppio rimpallo, e con una punizione da posizione defilata ma entrambe le occasioni non vanno a buon fine; Michele, invece, la gloria se la prende siglando il poker definitivo con un tiro alla Van Basten che si insacca sul palo lontano e poi festeggia correndo a dedicare il gol al figlio presente a bordo campo.

 

AEK Imene approda in semifinale con una grande prova di forza e prosegue la corsa per la conquista della Serie C.

 

MVP del match Claudio Blanco, autentico pilastro della difesa: insuperabile.

Video

Dettagli

Data Ora League Stagione
14 Maggio 2019 14:30 Calcio 2019

Risultati